LO STILE

Opere fatte di materia, di colore, di luce e di aria che raccontano i luoghi della sua cultura e della sua esistenza; opere quasi macchiaiole, così potenti nel racconto della quotidianità, nell’espressione di valori ed emozioni di vita vera, nella descrizione di una natura energica e impregnata di vigore. I paesaggi si fanno di volta in volta fotografia, ricchi però di una espressività e di una carica emozionale a dir poco sconvolgente.

Nelle sue opere appare chiara l’eredità dei pittori della macchia: le sue donne così dense di emozione, i paesaggi particolareggiati ma quasi magici, la natura così rigogliosa e vitale.

Opere suggestive come segni dell’anima, forti sensazioni che il suo realismo visivo trasforma in poesia interiore: grande umanità e sentimento in Fabio Giovanni Baietta.


Un turbinio di emozioni si muove nelle opere di indubbia qualità dell’artista: malinconia, speranza, fiducia, sicurezza, sorpresa paiono quasi illuminare i dipinti che si caricano di vita propria e tramite movimento e giochi di luce seducono lo spettatore.


Un mondo incantato si muove delicatamente e or ora repentinamente, accendendo la materia e dandole fiato vitale.